Lifestyle Marijuana Vaporizzatori
Come scegliere e comprare il vaporizzatore adatto a te
luglio 31, 2016
0
, , , , ,

vaporizzatoriCi sono molti fattori in gioco quando si tratta di comprare un vaporizzatore per la .

Abbiamo già parlato degli indubbi vantaggi sulla salute che porta il vaporizzare , evitando la combustione ed i conseguenti danni derivanti dal fumo. Ma, poiché i differenti tipi di sono sempre più vari e numerosi, riproduciamo una guida della redazione del Ganjanauta su quale potrebbe essere il vaporizzatore giusto per te.

Vaporizzatore: da tavolo o portatile?

La prima domanda che bisogna porsi è se si vuole un vaporizzatore da tavolo od un vaporizzatore portatile.
Nonostante questi ultimi siano adatti sia in casa che all’esterno, molti di questi non forniranno gli stessi livelli di funzionalità dei loro fratelli da tavolo.

I portatili hanno delle camere più piccole e batterie meno durature rispetto a quelli da tavolo, quindi usarli in casa richiederà frequenti ricariche. Se volete vaporizzare in maggiore quantità oppure condividere il vapore con i vostri amici, allora i vaporizzatori da tavolo sono la migliore scelta.

Un altro vantaggio dei vaporizzatori da tavolo è la versatilità di inalazione: la maggior parte degli apparecchi portatili, infatti, permette all’utilizzatore di inalare solamente dal boccaglio (mouthpiece).
Gli apparecchi da tavolo, invece, permettono una grande varietà di modi di assunzione del vapore: palloncini, tubicini ed anche estensioni per i bong.

Metodi di riscaldamento

Se ne avete la possibilità, inalate il vapore invece di fumare un joint: molti coffeeshop mettono a disposizione dei propri clienti dei vaporizzatori per . Quindi perché non provare?
Principalmente ci sono due modi per riscaldare il contenuto del vostro vap: tramite conduzione o per convezione.
La conduzione prevede il trasferimento del calore tramite il contatto diretto con la resistenza, mentre la convezione produce calore attraverso il trasferimento delle particelle d’aria.

Con la conduzione l’ si riscalda più rapidamente, poiché si trova a contatto direttamente con la resistenza. Con questa tecnica, però, il calore non viene distribuito in modo omogeneo (il che rende molto difficile per chi non ha mai vaporizzato) e si può anche verificare la combustione. I prezzi dei vaporizzatori che utilizzano questo metodo, però, sono molto più bassi rispetto a quelli che utilizzano la convezione.
La convezione è considerata un metodo più semplice per i principianti ma anche più preciso, in quanto l’erba e la resistenza non si toccano l’una con l’altra, evitando il rischio di combustione. C’è da dire, inoltre, che si ha un maggiore controllo della temperatura.
Di contro, però, gli apparecchi che sfruttano la convezione sono tecnologicamente più avanzati, portando a costi maggiori.

VapoShop - The largest vaporizer collection

Vaporizzatori: controllo della temperatura

La della di solito avviene a temperature tra i 157-220 °C. Alcuni vaporizzatori permettono di impostare la temperatura, mentre altri sono stati progettati per raggiungere certe temperature automaticamente.

Gli apparecchi che offrono il controllo della temperatura tendono ad avere una di queste tre opzioni: un range di temperature (in cui si ottiene la di diversi tipi di erbe, non necessariamente ganja), una manopola regolabile oppure un display digitale. Quest’ultima opzione permette di settare la temperatura con più precisione. Tutte e tre le opzioni, però, mantengono una temperatura stabile nel corso della svapata.

Di solito i vaporizzatori che non hanno l’opzione di regolazione della temperatura si basano su quanto veloce stiate inalando. Imparare a capire come mantenere il calore stabile è un importante traguardo per chi utilizza questi dispositivi.

Oltre all’omogeneità, il controllo della temperatura permette anche di rilasciare specifici elementi contenuti nella : ad esempio, se sei un utilizzatore di cannabis terapeutica, avrai bisogno di vaporizzare ad una determinata temperatura  per ottenere il CBD (in questo determinato caso sarà tra i 160 ed i 180 °C).
La maggior parte dei produttori, però, tendono solamente a mettere in commercio vaporizzatori di THC. Se non state cercando qualcosa di particolare, quindi, qualunque tipo di dispositivo va bene.

Alimentazione

Un altro fattore importante quando scegliete un vaporizzatore per erbe è l’alimentazione. Questo discorso si adatta più facilmente ai vaporizzatori a penna o comunque portatili, in quanto i dispositivi da tavolo solitamente funzionano tramite le prese di corrente.

Sebbene alcuni vaporizzatori portatili siano alimentati a butano, la maggior parte di quelli attualmente in commercio hanno bisogno di batterie ricaricabili.
Sfortunatamente è difficile comparare la qualità delle batterie dei vaporizzatori senza averli fisicamente.
Nel caso di batterie interne, assicuratevi che il vostro vaporizzatore abbia un adesivo di garanzia che copra lo scompartimento per le batterie.

Accessori

Un’ultima cosa da tenere in conto prima di acquistare un vaporizzatore è guardare quali accessori potrebbero servirti. Quasi tutti i vaporizzatori richiedono qualche forma di manutenzione, sia essa di pulizia, di ricarica o di sostituzione di alcune parti. Sebbene la maggior parte dei vaporizzatori vengano forniti già pronti all’uso, alcuni di questi accessori potrebbero essere abbastanza dispendiosi. Il modo migliore per evitare costi indesiderati è cercare di quali accessori si ha bisogno e di quanto spesso sia necessario acquistarli.

Prezzi dei vaporizzatori

Il costo di un vaporizzatore può sembrare elevato all’inizio, poiché i prezzi variano dai 90€ a più di 500€.

Il miglior vaporizzatore attualmente in commercio, ad un prezzo accessibile a tutti, è il Vapir NO2, che potete trovare su Vaposhop a 139€. Acquistare un vaporizzatore è senza dubbio un gesto saggio da parte tua. Oltre ad avere benefici sulla salute, vaporizzare è anche un ottimo investimento economico: la quantità di cannabis da utilizzare è molto minore e la fattanza è garantita.

Nonostante ciò, poiché la quantità di erba che utilizzerete sarà molto minore, otterrete gli stessi effetti di fumarla (grazie all’efficacia del vapore). Coprirete il costo del vaporizzatore in pochi mesi, comprando meno cannabis e sballandovi uguale. Ovviamente, il tempo necessario per coprire i costi di questo dispositivo dipenderà sempre da quanto fumate e dai prezzi a cui vi viene venduta l’erba, oltre al prezzo del vaporizzatore stesso.

 


Magic-Flight Launch Box

vaporizzatore-magic-flight-laser-launch-box-etched-labyrinthUn vaporizzatore portatile entry level. Sostanzialmente è una scatola di legno (potete scegliere tra Acero, Ciliegio e Noce), quindi è molto discreto. Possiede un tubo di plastica per inalare: non sarà bellissimo da vedere, ma fa bene il suo dovere. Nella versione Laser Etched (con intaglio laser) troverete 5 disegni intagliati sul coperchio di plexiglas. Questo dispositivo funziona perfettamente con erbe finemente tritate. Non ha il controllo della temperatura e non ha una batteria agli ioni di litio come il G Pro, ma bisogna utilizzare delle comuni pile ricaricabili NiMH. Molto facile da utilizzare, l’unica cosa a cui bisogna fare attenzione è evitare che le erbe si brucino. A partire da 119€.

 

 

Vedi su Vaposhop


Vaporizzatore Vapir NO2

vapir-no2

Non è propriamente il massimo della discretezza in giro, ma è un vaporizzatore portatile che fa veramente bene il suo lavoro, con un’ottima qualità del vapore. Inoltre è molto semplice da utilizzare, il che lo rende perfetto come primo acquisto. Il display permette di settare diverse temperature: il Vapir NO2 si riscalda in circa un minuto se sta caricando ed in un minuto e mezzo utilizzando la batteria. La camera di combustione risulta troppo piccola, quindi non è adatto a molte persone previa ricarica delle erbe da vaporizzare.
Punti a favore di questo vaporizzatore ce ne sono molti: si può utilizzare mentre è collegato alla presa da muro, ed in generale la batteria dura abbastanza (circa un’ora di vaporizzazione continua). Inoltre la pulizia risulta molto facile e non c’è bisogno di particolare manutenzione: se vedete che ci sono residui carbonizzati andate senza paura di cotton fioc ed alcol isopropilico.
Se siete alla vostra prima esperienza e volete un apparecchio costruito con materiali eccellenti e di facile utilizzo, allora il Vapir NO2 fa per voi.
Lo potete trovare qui per 139€.

Vedi su Vaposhop


DaVinci Ascent

Vaporizzatori portatili DaVinci AscentQui c’è un altro gran modello di dispositivo portatile. Con 229€ potrete possedere un miracolo dell’ingegneria e del design. Ha la grandezza di un’iPhone, solo un po’ più largo. Non è il prodotto più piccolo che troverete sul mercato, ma ha delle dimensioni che lo rendono adatto alla vostra tasca. In meno di un minuto riscalda da 0 a 221°C. Si può regolare la temperatura come meglio si preferisce, si ha la completa libertà. La batteria agli ioni di litio permette una durata incredibile: ben 2 ore di vaporizzazione continua! Si possono inoltre vaporizzare sia erbe essiccate che concentrati.
È disponibile in più modelli, in base al look che volete abbia il vostro vaporizzatore.

 

 

Vedi su Vaposhop


Arizer Air

arizer-air-vaporizer-soloQui si comincia a fare sul serio. Il prezzo di questo vaporizzatore portatile parte da 219€, ma è veramente un ottimo dispositivo. È un valido vaporizzatore per tabacco, erbe, fiori secchi ed anche resine. Il riscaldamento avviene utilizzando convezione + conduzione.
Il vapore che ne esce è davvero molto piacevole, molto soffice. Si possono settare fino a 5 temperature per un’esperienza molto completa. Non è propriamente discreto, ma questo dispositivo non sfigura accanto ai vaporizzatori da tavolo. Consigliato!

 

 

Vedi su Vaposhop


PAX 2

Vaporizzatore Portatile PAX2La prima versione di questo dispositivo portatile non è stata mai distribuita in Europa. Con la versione successiva, invece, gli utenti europei e di tutto il mondo possono apprezzare la potenza e la facilità d’uso di questo prodotto. Il guscio di alluminio spazzolato lo fa sembrare un lettore mp3, donandogli un look elegante e minimale.
La batteria dura circa 90 minuti (che è tantissimo) e si ricarica tramite una presa USB magnetica. Si possono settare 4 temperature, da 182°C a 215°C. Il vaporizzatore PAX 2 ha dei sensori sul boccaglio che aiutano a regolare dinamicamente il calore, oltre ad avere un’ottima camera fatta in acciaio inossidabile. Lo trovate su vaposhop.it a 259€.

 

 

Vedi su Vaposhop


Crafty

Vaporizzatore CraftyDai creatori del leggendario vaporizzatore Volcano, la Storz & Bickel, arriva il Crafty, avanguardia di questi dispositivi. Il suo design in plastica dura lo rende veramente robusto al tatto: un design particolare, che permette di dissipare il calore senza costringervi ad inalare fumo troppo caldo. Il Crafty è controllabile con un unico pulsante, sebbene si possa programmare anche tramite un’app sul telefono grazie alla tecnologia Bluetooth.  Questo dispositivo è perfetto sia per vaporizzare erbe secche che oli o concentrati. La batteria di questo vaporizzatore portatile è agli ioni di litio. Lo trovate su Vapohshop a 298€.

 

 

Vedi su Vaposhop


Mighty

mighty-vaporizerIl fratello maggiore del Crafty. Stessa casa produttrice e qualità assicurata. L’ingegneria tedesca ancora una volta mostra tutta la sua tecnica e precisione. Stesso discorso fatto prima con il Crafty: si possono utilizzare sia erbe secche che oli o concentrati. È leggermente più grande del suo fratello minore e pesa circa 230 g (non è esattamente leggerissimo, ma neanche si può dire che sia pesante). Anche questo modello si può controllare tramite un’app sul proprio smartphone, rendendolo un dispositivo altamente tecnologico. La batterie (sì, ne sono due) durano molto di più del Crafty, raggiungendo una autonomia di 90 minuti. Come tutti i vaporizzatori Storz & Bickel la garanzia è di 2 anni. Potete trovarlo a 348€ qui.

 

 

Vedi su Vaposhop


Volcano Classic

Vaporizzatore-Volcano-ClassicIl re dei vaporizzatori da tavolo. La superstar. Chiunque ne ha visto uno. I materiali, la precisione impeccabile della lavorazione e la semplicità d’uso lo rendono un dispositivo tecnologicamente all’avanguardia. Se siete degli appassionati conoscitori ed amanti della vaporizzazione, allora il vaporizzatore Volcano non può mancare alla vostra collezione. Il metodo di riscaldamento utilizzato è la convezione, rendendo impossibile il rischio di combustione delle erbe. Potete trovarlo su su Vaposhop a 379€.

 

 

Vedi su Vaposhop


Volcano Digit

Vaporizzatore da Tavolo Volcano DigitIl re dei vaporizzatori da tavolo 2.0 . Con il suo display LED si può settare con massima precisione la temperatura. Il prezzo di questo vaporizzatore è proibitivo ( 479€ su vaposhop.it ), ma possiamo assicurarvi che li vale tutti: cento euro di differenza con il modello precedente che però si faranno sentire. Con tutta probabilità siamo di fronte al migliore vaporizzatore di tutti i tempi. Consigliato.

 

 

Vedi su Vaposhop

Come scegliere e comprare il vaporizzatore adatto a te was last modified: luglio 31st, 2016 by Gaetano
1

Related posts

About author

Related items

/ You may check this items as well

La Panda diventa un camper per girare il mondo in libertà

La Panda diventa un camper per girare il mondo in libertà

Ci sono molti fattori in gioco quando si tratta di...

Read more
Netflix per l'uscita della serie TV Disjointed lancia una collezione di Marijuana

Netflix per l’uscita della serie TV Disjointed lancia una collezione di Marijuana

Ci sono molti fattori in gioco quando si tratta di...

Read more
La festa della marijuana

La festa della marijuana, da simbolo della controcultura a business milionario

Ci sono molti fattori in gioco quando si tratta di...

Read more

There are 0 comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: