Cannabis Lifestyle Marijuana
La festa della marijuana, da simbolo della controcultura a business milionario
luglio 26, 2017
0
, , , , , , , , , , ,

La festa della marijuanaLa festa della , da simbolo della a business milionario

Il 20 aprile l’America celebra la . Oggi il mercato legale vale 3 miliardi di dollari

Per i nati negli Anni ’70 il numero 420 è molto più di un’anonima successione di cifre. Chi ha respirato gli echi della sa che si tratta di un nome in codice e indica la data del 20 aprile (4/20, four twenty), giorno in cui si celebra la “festa laica” della .

Le origini

Il numero non è scelto a caso e la sua origine è un intreccio di storia e leggenda. Nell’autunno del 1971 alla San Rafael High School in si sparge la voce che nei dintorni dell’istituto c’è una piantagione abbandonata di . Un gruppo di studenti decide di tentare la caccia al tesoro e ogni pomeriggio alle 4,20 parte alla ricerca della pianta miracolosa. In realtà, a quanto pare, le esplorazioni non diedero mai gli esiti sperati, ma da allora «four twenty» è diventata l’espressione usata dai teenager per indicare il consumo di , celebrato “clandestinamente” ogni 20 di aprile in Nord America e non solo.

 

Il business della marijuana legale

Non avrebbero mai immaginato, gli studenti californiani, che quarant’anni dopo il business della marijuana legale negli Stati Uniti avrebbe raggiunto livelli esorbitanti (si parla di capitali per 3 miliardi di dollari). A due anni dalla dell’uso ricreativo in e nello Stato di Washington, sono decine le aziende che scommettono sull’impiego dell’ «erba» in campo industriale. Secondo i dati Bloomberg negli Usa ci sono 55 imprese che il 20 aprile lo celebrano ogni giorno. Il mercato è quanto mai eclettico. La fetta maggiore (1,5 miliardi di dollari) è in mano alle aziende farmaceutiche, che la utilizzano per la produzione di medicinali e per il trattamento terapeutico del dolore. Il secondo segmento (645 milioni di dollari) è occupato dai produttori di cannabis, mentre in campo hi-tech due aziende stanno progettando sistemi per rilevare i livelli di cannabis nel sangue.

 

Un’occasione di guadagno l’ha trovata – neanche a dirlo – anche il re del business McDonald’s, che a San Diego a partire da quest’anno ogni 20 di aprile mette da parte le politiche anti obesità e introduce «l’all day breakfast». E’ la ricetta del colosso del fast food per combattere la fame chimica, tipico effetto collaterale del consumo di cannabis: muffin e brownies a ogni ora del giorno e della notte.

La festa della marijuana, da simbolo della controcultura a business milionario was last modified: luglio 26th, 2017 by Gaetano
0

Related posts

About author

Related items

/ You may check this items as well

Cannabis legale ecco come si produce

Cannabis legale ecco come si produce

La festa della marijuana, da simbolo della controc...

Read more
Parlamentari assenteisti che hanno affossato la legge sull’autoproduzione

Parlamentari assenteisti che hanno affossato la legge sull’autoproduzione

La festa della marijuana, da simbolo della controc...

Read more
Cannabis terapeutica : in cinque punti le novità della legge

Cannabis terapeutica : in cinque punti le novità della legge

La festa della marijuana, da simbolo della controc...

Read more

There are 0 comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: